logo

Lavoro

Nuovo ccnl per gli artigiani dell'area metalmeccanica

17 Jun 2011

Il nuovo contratto che realizza l’accorpamento dei contratti dei settori metalmeccanica, installatori impianti, orafi, argentieri e affini e odontotecnici, ha durata triennale e scade sia per la parte normativa che per quella economica il 31.12.2012.


L’intesa intessa circa 500.000 lavoratori occupati in 150.000 imprese e prevede un incremento salariale mensile di 86 euro al 5° livello per il settore metalmeccanico, di 86,08 euro al 5° livello per il settore orafo, argentieri e affini e di 81,24 euro al 5° livello per il settore odontotecnici.


A copertura del periodo del periodo di vacanza contrattuale  è stata stabilita l’erogazione di una somma una tantum pari a euro 247 che deve essere erogata in due tranches:
- 124 euro con la retribuzione relativa al mese di settembre 2011
- 123 euro con la retribuzione relativa al mese di aprile 2012;

Sono state inoltre innovate le normative relative ai seguenti istituti:
- Part time: vengono regolamentate le clausole elastiche e flessibili, per la loro adozione è necessario uno specifico patto scritto nel quale può essere definita anche la durata. Sono inoltre definite le casistiche che consentono l’uscita da tali clausole per oggettivi motivi familiari e personali. Le variazione della collocazione temporale o della durata (le clausole flessibili e elastiche) devono essere retribuite con una maggiorazione aggiuntiva del 10% .
- Contratto a tempo determinato: sono definite le casistiche specifiche per poter assumere con contratto a termine, il numero di lavoratori assumibili con tale forma contrattuale e la durata massima del periodo a tempo determinato. Il periodo di lavoro a termine viene considerato utile ai fini della maturazione degli istituti contrattuali legati all’ anzianità.
- Contratto di inserimento: viene regolamentato per favorire l’inserimento nel mercato del lavoro dei più “soggetti deboli”
- Apprendistato professionalizzante: possono essere assunti apprendisti con età compresa da 18 a 29 anni; la durata del periodo di apprendistato è in funzione della professionalità da acquisire e del titolo di studio; la retribuzione è definita con una progressione percentuale in riferimento alla categoria di sbocco che migliora notevolmente quanto finora previsto. Viene esteso anche agli apprendisti il trattamento in materia di malattia, infortuni e ferie previsto per operai e impiegati

Così come previsto dagli accordi confederali in materia, sono state riportate nel c.c.n.l.  le normative in tema di bilateralità e di assistenza sanitaria integrativa ed è stato sancito il diritto del lavoratore alle prestazioni ivi previste.
Le parti hanno inoltre stabilito che il costituendo fondo sanitario intercategoriale eroghi prestazioni per i lavoratori dell’area meccanica con un versamento ad esclusivo carico delle aziende pari a euro 10,42 per 12 mensilità ogni anno. Tale fondo, previsto da uno specifico accordo interconfederale inizia ad operare dopo la definizione dello statuto e del regolamento.
Infine viene prevista la possibilità, una volta definite le procedure con l’INAIL da parte delle aziende artigiane, di anticipare il trattamento per gli infortuni alla normale scadenza di paga.